• Ferrata della Regina 1Il ponte tibetano e il lago Temo sullo sfondo
  • Ferrata della Regina 2La temibile verticale strapiombante iniziale
  • Ferrata della Regina 3Il termine dello strapiombo e l'inizio del traverso
  • Ferrata della Regina 4Una delle cenge esteticamente più belle del percorso

Articoli

 

La Via Ferrata della Regina è un percorso parzialmente attrezzato che sale e percorre gran parte delle cenge che caratterizzano il versante settentrionale del rilievo roccioso di Su Monte. Le cenge sono spesso ampie e boscate, pertanto il percorso si presenta con difficoltà discontinue, dove passaggi su roccia (all'inizio e al termine) sono intervallati da semplici camminamenti. Il percorso di andata e ritorno completo ha una lunghezza di circa 600 metri e le tratte attrezzate con cavo hanno uno sviluppo complessivo di circa 300 metri.

Nonostante la via ferrata si snodi su falesie di bassa quota e a breve distanza dal centro abitato si suggerisce di non sottovalutare la difficoltà di alcuni passaggi particolarmente esposti e/o strapiombanti. In caso di necessità sono presenti diverse vie di fuga – esclusivamente verso l'alto, ovvero in direzione della strada panoramica sommitale – delle quali si suggerisce di prendere visione prima di affrontare il percorso. Lungo tutta la falesia si ha un ottimo segnale telefonico.

Secondo la scala delle difficoltà in ferrata questo itinerario è classificato "difficile" (vedi la scala delle difficoltà) per via di una tratta di arrampicata strapiombante all'inizio del percorso.

Tutta la falesia è esposta a nord, pertanto in primavera-estate prende sole esclusivamente nelle prime ore del mattino mentre in inverno è sempre in ombra.

schemaIL PROGETTO
La via ferrata è stata realizzata con un finanziamento europeo e bando di gara dell'Unione dei Comuni del Villanova.

Per la chiodatura dell'itinerario è stato utilizzato esclusivamente materiale inox, ovvero barre e gradini Raumer con sezione 16-18 mm, resina Hilti HY-MM e fune AISI316 da 12 mm.

 

schemaATTENZIONE: durante la stagione estiva 2017 proseguono i lavori di messa in sicurezza delle ex cave che sovrastano il sentiero di accesso e che si trovano sui fianchi della strada panoramica pertanto per accedere alla via ferrata è necessario seguire le seguenti istruzioni:

 Dall'ex parcheggio si imbocca la strada panoramica in senso inverso (evidenziato in giallo sulla mappa di GoogleEarth) e la si segue per 750 metri dove si potrà parcheggiare su un fianco della strada. Si individua quindi, sulla destra (verso valle) un attacco di sentiero che con qualche curva conduce a quella che era la "via di fuga" della via ferrata, scendendo così due scale metalliche e raggiungendo la cengia alta della via ferrata. Da qui si procederà verso destra fino a incontrare dapprima la scala a tubo e così via, fino a chiudere ad anello il percorso per uscire verso l'auto ripercorrendo le due scale metalliche.

 

Share